Stampa
Categoria: diari
Visite: 12231
Durante il nostro giro in Danimarca (vedi diario su questo sito), ci siamo fermati tre giorni per visitare Copenaghen, sostando nel Camping Absalon, in Korsdalsvej 132 a Rødovre
 
Per conoscere l'equipaggio clicca qui.

 4 agosto 2009
 
La notte ha piovuto continuamente e stamattina il cielo è minacciosamente grigio! Alle 8:00 siamo già alla reception per acquistare i biglietti del treno ed a piedi (circa 15 minuti) raggiungiamo la stazione di Brøndbyøster, dove ogni 10 minuti c’è un treno regionale per la stazione centrale (København H).
 
sergi_cope_01.jpg   sergi_cope_02.jpg
             Brøndbyøste                        H.C. Andersen
 
Il viaggio dura circa 15 minuti ed usciti dalla stazione troviamo davanti a noi il parco giochi “Tivoli”. Dagli orari affissi apprendiamo che apre alle 11:00 e quindi andiamo alla scoperta della città. Avevamo diviso idealmente il centro storico in tre parti, nord, centro e sud: oggi visiteremo il Centro. Di fronte ai giardini “Tivoli” c’è il Museo Ny Carlsberg Glyptotek, il più importante della Danimarca.
Proseguendo sulla Andersen Boulevard, arriviamo alla b>Radhuspladsen (Piazza del Municipio) dove si erge lo splendido Radhus, imponente costruzione in mattoni in stile rinascimentale italiano ed architettura medievale danese: l’interno è bellissimo e ricco di affreschi. Sulla piazza sorge la Fontana del Dragone e la statua di bronzo di H.C. Andersen.
Entriamo nel Quartiere Latino, vicino all’Università, dove si respira un clima vivace e giovanile. Qui c’è la Cattedrale della città (Von Freu Kirke) in stile neoclassico e la Sankt Petri Kirke, in stile gotico, la più antica della città e centro della comunità tedesca.
Passando da piazza Nytorv, arriviamo nell’incantevole piazzetta lastricata di Grabrodretorv. Poco oltre la chiesa di Hellingandskirken, del XV secolo, una delle più antiche della Danimarca, con un bel portale in arenaria.
L’isola pedonale dello Strøget, lunga quasi 2 Km, comprende 4 vie; questa arteria, che culmina nella Østergade, è famosa in tutto il Paese per lo Shopping. Negozi, boutique, grandi magazzini, ristoranti e caffè, attirano migliaia di danesi e turisti rendendola affollatissima ed animata. Al nr. 16 della Østergade il Guinness World Records Museum è facilmente riconoscibile poichè è “piantonato” da un manichino altissimo.

sergi_cope_03.jpg   alt
       Kongens Nytorv                 Nyhavn

 La Kongens Nytorv (Nuova Piazza del Re), raccoglie il flusso di dodici strade ed è la principale di Copenaghen. Al centro si erge il monumento a Christian V. Edifici imponenti fanno da corona e tra questi l’”Hotel D’Angleterre” (uno degli alberghi più prestigiosi d’Europa) ed il teatro, sede del balletto reale.
Ed eccoci nel quartiere di Nyhavn (porto nuovo), una delle zone più frequentate; le case, dipinte di colori vivaci, si riflettono nel canale, dove barconi stipati di turisti vanno e vengono continuamente. In un ristorantino di una via laterale ci gustiamo un ottimo pranzo per tuffarci poi nella Strøget, ripercorrendola a ritroso e trovandola ancora più affollata di quanto l’avevamo vista qualche ora prima.

sergi_cope_05.jpg   sergi_cope_06.jpg
                   “Tivoli”                      Botanisk Have
 
Entriamo nel parco divertimenti “Tivoli”, che i danesi considerano tesoro nazionale, ed anche qui migliaia di persone ovunque. Giriamo a fatica tra giochi e punti di ristoro e, nel tardo pomeriggio, riprendiamo il treno per il campeggio.

5 agosto 2009

Oggi andremo alla scoperta della parte Nord della città. Prendiamo il solito treno, ma scendiamo a Nørreport Station, poiché più vicina ai posti che visiteremo.
Il Botanisk Have (Giardino Botanico) è un vero paradiso per gli appassionati del genere. Ci sono circa 20.000 specie di piante provenienti da ogni parte del mondo. Aperto nel 1872, sulle antiche fortificazioni della città, ospita una grandissima umida serra delle palme sul cui tetto si può passeggiare.
sergi_cope_07.jpg   sergi_cope_08.jpg
              Rosenborg Slot                   Amalienborg Slot
 
Il rinascimentale Rosenborg Slot è immerso in uno stupendo parco: il castello era la residenza primaverile ed autunnale dei sovrani danesi fino al XVIII secolo. Mentre Pietro e Stefano fanno una bella passeggiata nel parco, Luisa ed Egidia visitano l’interno, non accessibile alle persone su sedia a rotelle. Vi sono conservati i gioielli della corona e si possono ammirare arazzi fiamminghi, affreschi, collezioni di porcellane e ritratti dei reali. Attraversati i giardini, facciamo sosta in una fornitissima pasticceria per la gioia di Stefano e tutti noi.

In breve siamo ad Amalienborg Slot, in tempo per assistere, insieme a tante altre persone, al cambio della guardia. Il castello è costituito da 4 palazzi, identici tra loro, costruito nel 1794 ed è la residenza dei reali danesi. Alcune parti sono aperte al pubblico il sabato e la domenica.

Facciamo una breve visita al museo del castello e, nei pressi, alla Marmorkirken (chiesa di marmo) con una imponente cupola, in stile barocco, alta 46 metri con un diametro di 33.
A poca distanza, in Store Kongensgade 70, c’è il Ristorante Ida Davidsen, che secondo Patricia Schultz, è “uno dei mille posti da vedere nella vita”. E noi, oltre che vederlo, entriamo e ci sediamo per gustare i famosi smørrebrød (panini aperti tipici). L’ambiente è particolare e bello, la gestione dell’antico ristorante di famiglia si tramanda da 5 generazioni. Un primo giro di panini ci soddisfa lasciandoci però ancora affamati e così ne facciamo un secondo, scegliendo altri tipi di panini.

Finalmente sazi ci dirigiamo a Kastellet (cittadella caserma), una fortezza a forma di stella circondata da argini ed un profondo fossato. Oggi è utilizzata dall’esercito danese anche se i giardini ed i bastioni sono aperti ai visitatori.
 
sergi_cope_09.jpg   sergi_cope_10.jpg
            Sirenetta                   Royal Library

 Non lontano raggiungiamo il porto dove possiamo ammirare il monumento simbolo di Copenaghen: la Sirenetta (Den Lille Havfrue)che siede su una roccia e malinconica guarda il mare, incurante delle migliaia di turisti che arrivano da terra e dal mare per vederla e fotografarla. E’ stata una bella giornata di sole e dopo un buon gelato torniamo al camping. 
 
6 agosto 2009
 
Ci alziamo con uno splendido sole e preso il solito treno scendiamo alla stazione centrale: oggi vogliamo visitare la parte Sud di Copenaghen.
Christiansborg Slot non è più residenza reale da oltre 200 anni e le ampie stanze sono usate per le grandi occasioni ed i banchetti di stato. Folketing è il palazzo del parlamento danese, visitabile solo in estate.
Molto bella l’antica Royal Library e la nuova, costruita a fianco, in vetro e granito, nella quale entriamo per un’ottima colazione al bar che dà sulla terrazza.
Il Børsen, antico palazzo della Borsa del 1600, ha una particolare guglia alta 54 metri composta da 4 code di drago attorcigliate.

sergi_cope_11.jpg   sergi_cope_12.jpg
              Børsen                  Christiania
 
Nel quartiere Christianshavn, solcato da numerosi canali, vivevano la gran parte dei marinai e degli operai navali. La Vor Frelsers Kirke del 1752 è chiusa per restauri, ma deve la sua fama alla splendida torre a punta sulla quale è possibile salire da una scalinata esterna a chiocciola.
Attraverso un ponte di legno si accede al Libero Stato di Christiania, nato nel 1971 quando un gruppo di squatter occupò gli edifici abbandonati e vi stabilì una comune. L’intero quartiere è molto colorato, i murales sono ovunque, anche sulle auto, bancarelle dove sono esposti prodotti artigianali e, gli stessi abitanti, rendono il tutto un po’ strano mentre è evidente lo stato di degrado.
Percorriamo il sentiero che costeggia il canale fino al grande ponte Langebro e da lì alla spettacolare Radhus Pladsen. Pranziamo in un ristorante della piazza e poi lentamente ripercorriamo le belle strade di Copenaghen già viste nei giorni precedenti, ormai familiari, per un arrivederci alla prossima visita, chissà!

Per vedere tutte le foto di questo viaggio clicca sulla nostra Photo gallery.
 
INFORMAZIONI UTILI

 

Il Camping Absalon, dove abbiamo sostato e di cui ci eravamo informati per tempo (accesso facilitato per i disabili, con bagno e doccia), si è rivelato molto comodo per raggiungere in treno (Linea “B”) il centro di Copenaghen senza alcun problema. Per andare dal campeggio alla Stazione di Brøndbyøster, si consiglia alle persone con difficoltà motorie di prendere la prima strada a destra, dopo il Mc Donald’s (vedi l’indicazione stradale Stationsstien) e percorrerla fino in fondo dove c’è un sottopasso con ascensore per arrivare ai binari. Per informazioni sul campeggio cliccare qui: www.camping-absalon.dk